Consigli utili
Qualche consiglio su come prepararsi al Cammino, cosa portare nello zaino, e come raggiungere Paola.


Come orientarsi: la segnaletica

Pietre miliari

Poste agli incroci principali.
Istoriate con il “Sole” simbolo del Cammino, una freccia gialla indicante la direzione da percorrere, i km mancanti per raggiungere il Santuario di San Francesco di Paola. Di lato una scena della vita di San Francesco, diversa per ogni pietra.

Frecce e sole

Poste su alberi, muretti o pietre, con vernice gialla, indicano la direzione da seguire per il Santuario di Paola.

Cartelli stradali

Installati negli incroci in territorio urbano, indicano la direzione da seguire per il Santuario di Paola.

Come prepararsi al Cammino

Il Cammino, tanto per le distanze quanto per i diversi tipi di tracciato, è piuttosto impegnativo e per questo occorre prepararsi anche fisicamente. E’ buona cosa iniziare la preparazione anche due o tre mesi prima dipendendo anche dall’età e dalle condizioni fisiche.

Il successo di una buona preparazione fisica sta nel camminare ogni giorno distanze più lunghe fino a raggiungere, senza troppi sforzi, i chilometri che si effettuerebbero in media giornalmente durante il Cammino.

All’inizio, una uscita settimanale sarà sufficiente ma è bene aumentare progressivamente fino ad arrivare a 3 o 4 camminate a settimana (in questo caso il numero di chilometri non è importante).

In media, durante il Cammino, si percorrono circa 15-20 chilometri al giorno.

Come vestirsi e cosa portare nello zaino.

Per quel che riguarda l'abbigliamento la cosa migliore è vestirsi "a strati" in modo tale da poter affrontare le diverse situazioni climatiche in tranquillità: una caratteristica tipica della montagna è infatti quella dei cambiamenti repentini di temperatura.

Durante la marcia camminare con maglia leggera, se la temperatura lo permette, ma avere nello zaino gli indumenti adatti a un cambio di temperatura (giacca a vento, felpa o pile). Per quanto riguarda i pantaloni, indossarne un paio di leggeri e lunghi anche d'estate, che proteggono dai rovi e altre piante spinose, non sarebbe male.

Le calzature rappresentano senz'altro uno degli elementi fondamentali per la buona riuscita di una gita in montagna, sia per la sicurezza che per il comfort. L'escursionista oggi ha solo l'imbarazzo della scelta di fronte alle numerosissime marche di comode scarpe da trekking dal design elegante e dai colori gradevoli che si possono portare ore e ore senza avvertire il minimo disagio.

Si raccomanda anche l'uso di bastoncini telescopici come appoggio, studiati appositamente per l'escursionismo.

In sintesi:
  • Scarponcini da trekking
  • Maglia a maniche corte
  • Pantaloni lunghi comodi
  • 2 Bastoni da trekking telescopici
LO ZAINO
Un vivo consiglio che possiamo dare è di portare solo lo stretto indispensabile, riuscendo ad avere uno zaino del peso massimo di 8 kg (esclusa acqua). Questo è quello che consigliamo per un cammino di 3 giorni (tra parentesi alcuni consigli per gli acquisti):

  • Zaino da 40 litri (ZAINO ARPENAZ 40 in 3 colorazioni differenti);
  • Sacco copri-zaino antipioggia (PICCOLO VOLUME 20-35L, MEDIO VOLUME 35-50L)
  • Borracce/bottiglie per un totale di 1,5 - 2 litri
  • Sacco a pelo, coperta in pile o sacco lenzuolo (per dormire in rifugio) (FORCLAZ 10°)
  • Berretto e guanti di lana o pile
  • Cappellino per proteggersi dal sole
  • K-way / giacca impermeabile
  • Sandali, infradito o ciabatte (per doccia e per riposare i piedi la sera)
  • 2 pezzi di biancheria intima
  • 2 paia di calzini
  • Tuta (per dormire e per uscire la sera)
  • Pantaloncini corti
  • 2 maglie a maniche corte di ricambio (meglio se tecniche)
  • Felpa o pile
  • Asciugamano in microfibra (per la doccia)
  • Spazzolino da denti e dentifricio
  • Un pezzo di sapone di Marsiglia (per lavarsi e per i cammini lunghi anche per il bucato)
  • Cerotti misti
  • Voltaren
  • Antinfiammatori
  • Aspirine
  • Farmaci personali presi comunemente
  • Cellulare e carica batteria
  • Accendino/fiammiferi
  • Coltellino
  • Documentazione: carta d’identità, tessera sanitaria e un po’ di denaro contanti
Opzionale
  • Macchina fotografica
  • Occhiali da sole
  • Pila torcia, consigliabile quella frontale tipo minatore
  • Tappi per le orecchie
  • Sandali da trekking
Dotazione di primo soccorso
A cura delle guide, con telo di soccorso, garze, disinfettante, ecc.

Come arrivare alla partenza

Arriva a Paola, penseremo noi ad accompagnarti nel luogo di partenza del Cammino.

Se invece vuoi intraprendere il Cammino in autonomia, vai alla sezione ACCOGLIENZA per le indicazioni su come raggiungere San Marco Argentano, punto di partenza dell'itinerario.



Puoi raggiungere Paola con:

AUTOMOBILE: Trova le indicazioni sulla mappa qui sopra

TRENO: Stazione di Paola

AEREO: Aeroporto internazionale di Lamezia Terme, e poi fino a Paola in treno o bus