Tappa 1 - di valle: da San Marco Argentano a Cerzeto


Download

Scarica il ROADBOOK Scarica la traccia GPX Scarica la traccia KML


Dati tecnici

Lunghezza: 10,600 km
Difficoltà: Medio-Facile

Dislivello in salita: 300 m
Dislivello in discesa: 300 m
Quota minima: 426 m slm
Quota massima: 595 m slm

Fondo: 70% asfaltato, 30% sterrato

Acqua potabile:
Mongrassano (4,7 km),
Madonna del Consiglio(9,0 km).

Territori comunali attraversati

San Marco Argentano, Cervicati, Mongrassano, Cerzeto.


Località di partenza

San Marco Argentano (426 m slm)


Località di arrivo

Cerzeto (439 m slm)

Punti di interesse

  • San Marco Argentano (Cattedrale, Torre Normanna, Chiesa della Riforma);
  • Mongrassano;
  • Cavallerizzo;
  • San Giacomo di Cerzeto (Museo etnografico Arbëresh, Santuario Madonna del Buon Consiglio);
  • Cerzeto, comune di etnia, lingua e cultura italo-albanese.
Per visite nel borgo di San Giacomo
Museo etnografico Arbëresh, Santuario Madonna del Buon Consiglio

Priore Emilio Stamile cell. 3481372609
Prof. Carmine Stamile cell. 3396032528

Percorso

Questa prima tappa lungo il percorso di valle (in alternativa si può percorrere la variante di cresta) è piuttosto semplice e affronta dislivelli moderati, circa 300 m in salita e altrettanti in discesa. La quota massima toccata è di 595 m. Si può sfruttare metà mattinata per una visita del borgo di San Marco Argentano (da non perdere la Cattedrale e la Torre Normanna). Dopo un tratto asfaltato fino al borgo di Mongrassano, si entra in zone di campagna, lambendo il paese fantasma di Cavallerizzo e attraversando l’abitato di San Giacomo, per poi raggiungere in circa tre ore il borgo di Cerzeto.

Si parte dal centro di San Marco Argentano (426 m), e precisamente dalla chiesa della Riforma, che ospitò san Francesco di Paola appena dodicenne. Dalla chiesa il cammino muove per i primi 3 km su strade asfaltate tra le vie del paese, poi per un breve tragitto sulla SP94. Superata la deviazione per l’abitato di Cervicati, si continua sulla provinciale fino ad arrivare nel borgo di Mongrassano (545 m).

Superata la piazza del paese, nei pressi delle ultime case, si sale per una strada cementata in forte pendenza e più avanti su uno sterrato di campagna, tra alberi di fico e di ulivo e poi in un bosco di castagni. Dal sentiero si gode di una magnifica visuale sul borgo di Mongrassano, sulla valle del Crati e i monti del Massiccio del Pollino.

Si lambisce Cavallerizzo (paese fantasma, abbandonato a causa di una frana nel 2005), continuando in un bosco di castagni. Incrociata la strada della seconda tappa, si prosegue verso San Giacomo (frazione di Cerzeto) addentrandosi nelle caratteristiche viuzze del paese. Si arriva in breve ai Piani di Cerzeto (439 m), centro abitato di etnia, lingua e cultura italo-albanese.


Foto



Mappa ed altimetria